Benvenuti nel sito web Grande Orient Della Svizzera

logo-gos-2023

Grande Orient
Della Svizzera

Saggezza, forza, bellezza

Insieme per il progresso dell’umanità

Sabato 22 giugno 2024 a Ginevra si terrà la prima edizione di “Dialogo e costruzione collettiva”, che invita il pubblico e la Massoneria a riflettere insieme. L’obiettivo è quello di risvegliare le menti su importanti questioni sociali e di pensare collettivamente a delle soluzioni. Il tema del 2024 tratterà le questioni relative alla discriminazione razziale e si intitola: RAZZISMO, i nostri pregiudizi mietono vittime.

L’articolo 1 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo afferma che “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”. Questo articolo fondante stabilisce diversi principi essenziali:

  • Libertà: tutti gli esseri umani nascono liberi, il che significa che non sono soggetti ad alcuna forma di dominio o servitù. Hanno la libertà di pensare, agire ed esprimersi come vogliono, nei limiti della legge.
  • Uguaglianza: tutti gli esseri umani nascono uguali in dignità e diritti. Ciò significa che tutti hanno lo stesso valore intrinseco e devono godere degli stessi diritti e libertà, senza restrizioni di razza, sesso, religione, nazionalità o qualsiasi altro status.
  • Fratellanza: gli esseri umani devono agire gli uni verso gli altri in uno spirito di fratellanza. Ciò significa trattare gli altri con rispetto, compassione e solidarietà.

Il razzismo non è un ricordo lontano, ma una realtà molto presente che affligge il nostro mondo. La discriminazione razziale non è solo un’ingiustizia individuale, ma anche una minaccia per la coesione sociale della nostra società. Oggi riuniamo specialisti per comprendere il fenomeno e analizzare le strategie per promuovere l’uguaglianza. Insieme, possiamo costruire un futuro in cui il colore della pelle di una persona non determini né il suo destino né le sue opportunità.

Per completare il comunicato, il Servizio per la lotta contro il razzismo (SLR) della Confederazione Svizzera ci propone di leggere questo documento: Il razzismo in Svizzera: cifre, fatti e interventi necessari

L’evento è gratuito per gli studenti. Si svolgerà a partire dalle 12.30 presso l’Université Ouvrière de Genève, place des Grottes 3. Per partecipare, è necessario prenotare i biglietti in anticipo tramite questo sito web: https://my.weezevent.com/racisme.

PROGRAMMA

12:30: Benvenuto e discorso di apertura

Christophe Ravel, Gran Maestro del Grande Oriente di Svizzera

13:00: Proiezione del film “Je suis Noires” (Io sono nero)

Un documentario di Juliana Fanjul e Rachel M’Bon (2022)

14.00: Tavola rotonda “Comprendere le molteplici ombre dell’oppressione: razzismo sistemico e intersezionalità”.

– Ibrahima Guissé, Esperto, Comitato delle Nazioni Unite per l’Eliminazione della Discriminazione contro i Rifugiati (CERD).

– Sylvie Makela, direttrice dei saloni di parrucchiere Tribus Urbaines, editorialista di La Télé e vicepresidente dell’associazione Melanine Suisse che organizza il festival Black Helvetia

– Philippe Kenel, Avvocato, Presidente di Licra Svizzera

15.15: Tavola rotonda “Discriminazione razziale: strategie per promuovere l’inclusione e l’uguaglianza”.

– Pierre Maudet, Consigliere di Stato, membro del Governo cantonale di Ginevra

– Dominique Sopo, Presidente di SOS Racisme, “Touche pas à mon pote” (Non toccare il mio amico)

– Joelle Payom, Esperta di inclusione e molestie sul lavoro, Presidente di REZALLIANCE

– Jamil Chade, giornalista UOL

Moderatore: Catherine Fegli, responsabile dell’informazione e delle relazioni pubbliche delle Nazioni Unite.

16:30: Conferenza “L’ascesa degli estremi è irresistibile?

Michel Wieviorka, sociologo specializzato in questioni legate all’immigrazione, al razzismo, all’antisemitismo, alla democrazia e ai fenomeni di differenza culturale.

17.35: Presentazione del Premio Impegno Umanista

Consegna del premio da parte del Comitato organizzatore

18:00: Fine dell’evento

 

COMITATO ORGANIZZATIVO

Questa giornata sulla lotta alla discriminazione è organizzata da Dany Goldstein, Catherine Fegly, Alain Afsary, Luc Heimendinger e Christophe Ravel. Il Comitato organizzativo ringrazia calorosamente i relatori per la loro partecipazione e per il loro contributo alla concezione dell’evento. Questa edizione è stata realizzata con il sostegno del Grande Oriente di Svizzera e della Gran Loggia Femminile di Grecia.

CON IL SOSTEGNO MORALE DELLE SEGUENTI OBEDIENZE:

Il Grande Oriente del Lussemburgo – La Gran Loggia Simbolica Spagnola